Home / Cregionale / NEWS C2: ST’CHARLES-RIETI 65-80

NEWS C2: ST’CHARLES-RIETI 65-80

 

St.Charles – La Foresta Rieti 65-80

Parziali: 9-28 / 23-15 / 15-20 / 18-17

St.Charles: Luniddi 0, Marietti 20, Granatelli 13, Bellenghi 2, Stomeo 4, Di Pasquale 0, Abbate 8, Macrina n.e, Nardini 6, Nannini 12; Coach: Marietti-Giacobbi

Tiri liberi: 7/14
Tiri da 2: 20/60
Tiri da 3: 6/29

Rieti: Fabri 10, Pontillo 0, Petrucci 25, Ponziani 17, Lilli 13, De Pippo 2, Colantoni 8, Cleri 5, Ianni 0, Giovannelli 0; Coach: De Ambrosi

Tiri liberi: 28/35
Tiri da 2: 17/37
Tiri da 3: 6/22

Arbitri: Giannuzzi di Palestrina e Bova di Roma

Il La Foresta vince la partita forse più importante della stagione, vedendo la salvezza ormai ad un passo. Espugnato il parquet del St.Charles, che invece paga a carissimo prezzo unprimo quarto orrendo, in cui la tensione si é fatta sentire. I romani però, trascinati dal solitoMarietti, sono riusciti a risalire la china, giocandosi le proprie chance fino alla fine, più di quanto non dica il punteggio finale. Ad ogni modo si tratta di un successo ampiamente meritato per gli uomini di De Ambrosi, bravi a gestire anche dal punto di vista emozionale una gara molto tesa.Petrucci é stato ancora una volta l’uomo della provvidenza, mentre molto bene si sono comportati Fabri e Ponziani, con quest’ultimo che ha chiuso in doppia doppia abbondante una gara di grande sostanza. Il St.Charles al contrario recrimina per un arbitraggio che a dirla tutta non é dispiaciuto particolarmente, mentre lascia qualche dubbio la designazione, visto anche un precedente che molto aveva fatto discutere (@ Fortitudo Roma, ndr). Salvezza che a questo punto si complica notevolmente per i romani, costretti alla vittoria nell’ultimo turno, a prescindere da quello che faranno Anagni ed appunto La Foresta nello scontro diretto del PalaCordoni.

LE ULTIME DAL CAMPO – Partita che vale una stagione per St.Charles e La Foresta, in palio molto più dei 2 punti, con la salvezza di entrambe appesa ad un filo piuttosto logorato. I romani infatti, in caso di vittoria, andrebbero a +4 sul La Foresta, salvandosi così con un turno di anticipo. In caso contrario il La Foresta aggancerebbe i romani, piazzando però un 2-0 pesantissimo in ottica doppio confronto. In questo caso il St.Charles sarebbe costretto a vincere in casa di Marino nell’ultimo turno, visto che un eventuale arriva a pari punti, che sia con Rieti o con Anagni, equivarrebbe alla retrocessione diretta in serie D. Tuttavia a preoccupare maggiormente Marietti e Giacobbi é l’assenza di Marini, out fino a fine stagione per l’infortunio alla spalla accusato nella scorsa settimana. Al contrario sia Stomeo che Nannini sono stati recuperati i extremis, pur essendo ben lontani dal massimo della forma. Sul fronte opposto De Ambrosi recupera Lilli, in campo con una vistosa maschera protettiva al volto, mentre uno sforzo ulteriore sarà chiesto a Petrucci, una volta di più l’uomo chiave per il La Foresta. Ad ogni modo l’aspetto più importante sarà quello caratteriale, con i reatini chiamati ad una prova di grande maturità in un match che promette scintille.

SUPER LA FORESTA IN AVVIO – Per allungare le rotazioni il St.Charles lancia in quintetto Nardini, con Stomeo che si accomoda in panchina almeno nei minuti iniziali. Sul fronte opposto De Ambrosi punta su Ponziani, su cui dovrà arrangiarsi in marcatura Marietti nonostante un gap abbastanza evidente di chili e centimetri. Vantaggio che il La Foresta sfrutta bene, con Ponziani che prende subito possesso dei tabelloni realizzando i primi 6 punti ospiti. Sul fronte opposto parte molto bene Granatelli, 5 punti in fila, con il punteggio che resta in sostanziale equilibrio (7-8). Ad ogni modo, passati i primi 5′ minuti, gli ospiti piazzano un primo importante break, propiziato neanche a dirlo da Petrucci. Dopo l’appoggio in contropiede arriva anche la tripla dell’ex Contigliano, con il St.Charles costretto a fermare l’emorragia con il time-out (9-15). Tuttavia continuano le difficoltà offensive dei padroni di casa, anche perché Ponziani domina dentro l’area, continuando a recuperare un quantitativo industriale di palloni. Perciò allunga ancora il La Foresta, sul +11 (9-20) dopo il 5/5 ai liberi realizzato in coppia da Ponziani (9 punti) e Colantoni. Nel frattempo Marietti prova a pescare qualche risorsa importante dalla panchina, ordinando il passaggio a zona 3-2 in difesa. Ad ogni modo il La Foresta continua ad allungare, trovando ancora una volta punti pesanti in lunetta dove la mano degli ospiti non trema affatto (13/14 dopo i primi 10′ minuti). Il tabellone a questo proposito recita un eloquente +17 (9-26) per gli ospiti, con Stomeo che chiude un pessimo primo quarto beccandosi un tecnico quanto mai evitabile (3° personale). Petrucci infatti fa 2/2, chiudendo la prima frazione sul 9-28 ospite.

IL ST.CHARLES RESTA A GALLA – Dopo la 2-3 del primo quarto, gli ospiti ripartono ancora con la zona, 3-2 stavolta, con il distacco che nel frattempo continua a salire. Colantoni infatti ha un ottimo impatto sul match, mentre Lilli insacca la tripla del +22 (11-33) punendo un’errata rotazione difensiva dei padroni di casa. Il St.Charles però non molla, dimostrando carattere nel momento più difficile di tutta la stagione. Ottimo a questo proposito Marietti, 4 punti in fila, con Abbate che chiude il gioco da 3 punti che vale il -18 (17-35). De Ambrosi per evitare brutte sorprese chiama subito il time-out, ma il St.Charles, sospinto da un pubblico davvero caloroso, continua a recuperar terreno, trascinata splendidamente dalla coppia Abbate-Marietti. Nonostante una tripla di Petrucci infatti, i romani si riportano addirittura sul -12, sfruttando prima un appoggio volante di Abbate e poi la tripla di Marietti, con il pubblico di casa che si fa sentire per davvero. Ancora Petrucci con la tripla regala un po’ d’ossigeno al La Foresta, ma gli ospiti perdono troppi palloni nel finale di tempo, trovando cattive letture contro la zona 2-3 del St.Charles. I romani al contrario continua a limare lo svantaggio, recriminando al contrario per un paio di triple letteralmente sputate dal ferro. Ciò nonostante il vantaggio degli uomini di De Ambrosi rimane costante, con Marietti (14 punti) che infila il jumper del -12 (31-43) quando manca un minuto scarso alla fine del primo tempo. Minuto in cui il punteggio non subisce grossi stravolgimenti (32-43), con i romani che però devono fare i conti con il 4° fallo di Stomeo, brutta tegola in vista della ripresa.

TIRA E MOLLA, RIETI SEMPRE AVANTI – Secondo tempo che si apre nel segno di Ponziani, obiettivamente immarcabile per i padroni di casa, soprattutto in assenza di Stomeo. Il St.Charles però riesce a rispondere colpo su colpo, cavalcando un Marietti davvero eroico. Molto importante anche il contributo di Granatelli, che risponde nel migliore dei modi ad una gran tripla di Cleri (38-51). De Ambrosi nel frattempo si gioca la carta De Pippo, inutilizzato nel primo tempo, mentre Ponziani va a beccarsi un tecnico inutile uscendo dal campo. I padroni di casa però non sono precisissimi dalla lunetta, permettendo al La Foresta una gestione tutto sommato tranquilla. Petrucci infatti punisce con continuità la difesa avversaria, mentre De Pippo chiude un gioco da 3 punti pesantissimo, con il tabellone che recita il +16 (38-54) La Foresta. Nel frattempo si rivede Stomeo, in evidente difficoltà fisica ma comunque utile a rimbalzo, mentre Nannini torna a segnare in penetrazione dopo un’eternità. Il La Foresta però gestisce bene il vantaggio, trovando con Fabri il canestro del +17 (41-58) quando mancano 3′ minuti all’ultimo mini riposo. Il St.Charles però ha 7 vite, e con Marietti sugli scudi riesce a rosicchiare qualche punto, tornando in un paio di occasioni sul -13 e con la palla in mano. Il finale però é tutto di marca ospite, con il vantaggio reatino che torna ad essere molto consistente. Merito di Petrucci, letale in penetrazione, e di Fabri, che sulla sirena insacca una tripla probabilmente decisiva (47-63).

FESTA OSPITE, AL ST.CHARLES SERVE UN MIRACOLO – Ospiti che provano a gestire il vantaggio accumulato, mentre il St.Charles, con le spalle al muro, prova a giocarsi il tutto per tutto. Non a caso la difesa dei romani sale di tono, rischiando in più di un’occasione il fallo. Tuttavia il La Foresta si prende qualche pausa di troppo in questi primi minuti, e dopo la tripla di Granatelli, terza personale, il vantaggio ospite scende nuovamente a 14 lunghezze (52-66). La Foresta al contrario che fatica a sbloccarsi, abbassando eccessivamente il ritmo di gioco. Non a caso fioccano le palle perse per gli ospiti, con il St.Charles che ora crede alla rimonta. Nonostante l’uscita per falli di Stomeo infatti, i romani continuano a rosicchiare punto su punto agli avversari, abbattendo il muro della doppia cifra dopo la tripla di Nannini (59-68). Inevitabile a questo punto la sospensione di De Ambrosi, che nel frattempo concede qualche minuto di riposo a Petrucci, alla prima pausa dopo 34′ minuti filati. Intanto entrambe le squadre ritornano a uomo in difesa, con Granatelli che però va a beccarsi un tecnico molto pesante, esagerando con le proteste dopo un contatto molto dubbio. Gli ospiti però non sono precisissimi in lunetta, con Lilli e Fabri che in coppia realizzano solo 3 liberi sui 6 a disposizione. Il St.Charles resta così sul -10 (61-71), con il match che entra nel frattempo negli ultimi 3′ minuti. De Ambrosi, vista la pressione allungata dei padroni di casa opta per il doppio play, inserendo contemporaneamente Fabri e Giovannelli. Nel St.Charles si rivedono invece Abbate e Granatelli, con Nardini dirottato in marcatura su Ponziani. Ciò nonostante il punteggio non si muove, con gli ospiti che vedono sempre più vicina la linea del traguardo. A chiudere definitivamente il match arriva il 2/2 di Lilli in lunetta, con gli ospiti che volano così sul +12 (61-73) ad un minuto e mezzo dalla fine. St.Charles che al contrario non segna più, affidandosi come ultima speranza al fallo sistematico. I reatini però non tremano in lunetta, conquistando così una vittoria di platino. I reatini infatti vedono la salvezza sempre più vicina, mentre al St.Charles serve ormai un miracolo, dovendo necessariamente vincere la sfida con Marino all’ultima giornata.

Check Also

ORARIO LEZIONI DI PROVA 2022-23

Vuoi giocare a minibasket? Di seguito gli orari per partecipare alle nostre giornate di prova. ...