Home / news / U16: Montesacro 82 – St’Charles 35

U16: Montesacro 82 – St’Charles 35

ROMA. Al di sopra della sconfitta e al di là del punteggio, l’Under 16 merita soltanto applausi per il cuore e la generosità che ha messo in campo contro la seconda forza del girone. Troppo forte il Montesacro per i giovani “blacks”, traditi spesso e volentieri dalla presunzione di alcuni tra loro che hanno tentato inutilmente di risolvere individualmente il confronto dimenticandosi, invece e purtroppo, che il basket è gioco di squadra e in tale ottica va interpretato sul parquet e in panchina. Resta l’amarezza della solita incompiuta, con il ripetersi di errori commessi da chi ha più minuti nelle gambe e che, dunque, dovrebbe essere più avvezzo a gestire le varie fasi del confronto. Meritano il plauso, invece, quelli considerate “seconde scelte” e relegati alla panchina. Quantomeno, chiamati a battersi contro l’impari avversario, hanno sputato l’anima e sudato ben oltre le sette camicie per tentare di contenere i danni devastanti dell’azione martellante e ininterrotta dei padroni di casa.

S’è praticamente spenta sul nascere la speranza per i “blacks” di uscire indenni dal parquet del PalaEmi. Pronti, via e dopo appena 2’ 30” si è già sotto di 10 lunghezze a zero ! Non riesce nulla al quintetto del St.Charles che non pone freno all’impeto avversario. Sotto di 19 lunghezze (6 a 25) si riparte nel secondo quarto. Il turn over fornisce forze fresche e più determinate dalla panchina. C’è più rabbia, più determinazione e più attenzione in campo. Si continua a realizzare poco (solo 7 punti nell’intera frazione) ma almeno si vede un po’ di voglia di contendere palla con maggiore convinzione, di crederci su qualche rimbalzo in più in difesa. Insomma, si vede più voglia di volerci stare in campo per giocarsela e non solo per far presenza. Si va al riposo lungo sul 43 a 13 per i padroni di casa.

Alla ripresa delle ostilità si ripropone un quintetto sulla carta più esperto e, invece, si rivela un vero e proprio disastro. Il gap schizza vertiginosamente in alto (- 44) con un break da paura (14 a 0) interrotto dal canestro di Trenta S. La realizzazione in percussione di Vitale rosicchia ancora un paio di punti agli avversari, prima del canestro di D’Aloisio che fissa il punteggio sul tabellone sul 62 a 17 a chiusura di terza frazione. Allenta parzialmente la morsa il Montesacro nel quarto conclusivo e il confronto diviene più spettacolare, giocato con meno aggressività e più leggerezza da entrambe le parti. Così, lievita il punteggio tant’è che alla fine il St.Charles cede nel parziale di tempo soltanto di un paio di punti (18 a 20) ma di – 47 nel computo complessivo (35 -82).

(parziali: 25 – 6; 43 -13; 62 – 17)

MONTESACRO BK: Bruschi 21, Penna 8, Belluzzo 6, D’Aloisio 8, Pelullo 2, Pellegrini 24, Bastioni 4, Onbrasuy 2, Ferroni 2, Polia 4, Romagnoli 2 Coach: Provvedi.

ST.CHARLES: Cefalo 4, Trenta M. 1, Trenta S. 2, Sensoli G. 2, Picchia 2, Vitale 2, Sensoli E. 4, Lalli 9, Biccheri, Achou Ouiy 9. Coach: Abbate/Picciotti.

Arbitro: Coraggio (Sora – FR)

Salvatore Vitale

DSC_3443

Check Also

Lezioni di prova SETTEMBRE / OTTOBRE 2021

Il minibasket, in lingua inglese conosciuto come mini-basketball, è un gioco-sport (ovvero un’attività motoria di ...